L'evoluzione del Pianeta

 

                                   

 

                                   

La cruciale importanza

 

                                   

delle variazioni climatiche

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

                                   

Le “Ere” Geologiche

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

                                   

Le fasi di sviluppo della Terra sono convenzionalmente

fissate a cinque, tutte con denominazioni dal suffisso

“-zoico”, dal Greco ζοον, zōon, o “animale”, “essere

vivente” o ζωή, zoè, o “vita”.

 

Questa geo-cronologia viene misurata su una scala

decimale di tempi di evoluzione del Pianeta, più

dettagliatamente definita in:

 

- “eoni” di miliardi di anni

 

- questi suddivisi in “ere” di centinaia di milioni di anni 

 

- le ere in “periodi” di decine di milioni di anni

 

- i periodi in “epoche” di milioni di anni

 

- le epoche in “età” di migliaia di anni

 

- le età in “crono”.

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

                                   

L'Era “Arcaica”

o Originaria

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

     

 

                                   

 

                                   

 

                                   

L'“Archeo-zoico” o “Pre-cambriano”, da 4,6-4,5 miliardi

a 570 milioni di anni fa, riferisce alla Terra che si va

aggregando lungo la sua orbita intorno al Sole.

 

 

La superficie del Pianeta viene colpita all'inizio da un

gigantesco planetoide, paragonabile per massa a Marte,

che nell'urto ne distacca una massa sufficiente a

formare il satellite Luna.

 

Il Pianeta passa poi ad una progressiva formazione,

raffreddamento e stabilizzazione della cosiddetta

“crosta terrestre” in, ad esempio, cristalli di zircone.

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

                                   

L'Era “Primaria”

o Antica

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

     

 

                                   

 

                                   

 

                                   

Il “Paleo-zoico”, da 570 milioni a 230-220 milioni di

anni fa, è una delle più importanti ere geologiche,

perché vi appaiono le prime forme di vita - dal Greco

antico παλαιός, palaios, “antico”, cioè della vita antica.

 

 

Inizia all'avvenuta disgregazione del primo

“supercontinente” alla fine di una glaciazione globale,

con dapprima la totale frammentazione e dispersione

delle terre emerse in numerosissimi piccoli continenti,

salvo poi ricompattarsi in un nuovo, unico

supercontinente, la cosidetta “Pangea”.

 

La “vita” è inizialmente limitata a primitivi batteri,

alghe, spugne ed altre forme ancora oggi per noi

enigmatiche.

 

                                   

 

                                 

 

                                   

 

                                 

 

                                   

 

                                   

L'Era “Secondaria”

o Di Mezzo

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

     

 

                                   

 

                                   

 

                                   

Il “Meso-zoico”, da 230-220 milioni a 70-65 milioni di

anni fa, prende il suo nome dal Greco antico a μέσος,

mesos, “di mezzo, intermedio, di transizione, di

assestamento”, perché periodo di fauna intermedia tra

le forme di vita antiche del Paleozoico e quelle nuove e

recenti del susseguente “Ceno-zoico”.

 

 

Con un clima anche molto più caldo dell'attuale, vi si

scatenano violenti mega-monsoni, a causare la

scomparsa di alcune forme di vita animale, ma anche

a favorirne di nuove ed inedite.

 

Nell'ambito della fauna, tra l'altro lo sviluppo dei rettili

di grandi dimensioni o cosiddetti “dinosauri” e, come si

vedrà, per la sopravvivenza della vita stessa, la cruciale

parallela comparsa di primi piccoli mammiferi e dei

primi uccelli, mentre nell'ambito della flora le piante si

evolvono a generare i primi fiori!

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

                                   

L'Era “Terziaria”

o Recente

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

     

 

                                   

 

                                   

 

                                   

Il “Ceno-zoico”, da 70-65 milioni a 2 milioni di anni fa,

la cui denominazione dal Greco καινός, kainòs, significa

“recente”, vede le masse continentali di nuovo

frammentarsi nei vari continenti fino alla loro

approssimativa posizione attuale, con spostamenti,

conseguenti collisioni ovvero dilatazioni tra loro,

che provocano il sollevamento di importanti catene

montuose e la formazione ed allargamento dell'Oceano

Atlantico.

 

 

Dapprima il drammatico distacco dell'America

Meridionale dall'Antartico e l'instaurarsi della “Corrente

Circumpolare Antartica con gelida acqua polare in

superficie e sensibile raffreddamento climatico, almeno

fino al successivo unirsi della nuova America

Meridionale alla Settentrionale e l'instaurasi di una

nuova corrente, quella “del Golfo”, le quali entrambi

contribuiscono al congelamento del Continente

Antartico e, più in generale, alle conseguenti glaciazioni

anche in Europa.

 

Risale a questo periodo la chiusura del nostro Mar

Mediterraneo circa 35 milioni di anni fa, il suo totale

prosciugamento prima e poi il nuovo, violento travaso

delle acque atlantiche nel suo bacino via il drammatico

sfondamento dell'attuale Stretto di Gibilterra.

 

 

La creazione di nuovi ambienti naturali attraverso un

clima che raggiunge notevoli oscillazioni di temperatura

e umidità, sopravvenuta aridità a sviluppare e

diffondere di “erbe” più che alberi, a formare quelle

vaste steppe necessarie all'evoluzione di grandi e veloci

mammiferi e uccelli come li conosciamo oggi.

 

                                   

 

                                   

                                   

 

                                   

L'Era “Quaternaria”

o Nuova

 

                                   

 

                           

 

     

 

                           

 

                                   

Il “Neo-zoico” - dal Greco antico νέος, néos, “nuovo” -

inizia 2 milioni di anni fa e continua ad oggi, ultimo e

attuale periodo evolutivo,  caratterizzato da estrema

variabilità climatica nella storia della Pianeta, con

numerose glaciazioni.

 

Si suddivide nelle epoche geologiche de:

 

- il “Pleisto-cene” - Inferiore, Medio e Superiore

 

- e l'“”Olo-cene, epoca anche denominata Era

Antropo-zoica, o Età dell'Uomo.

 

 

Soltanto in questo nel contesto brevissimo intervallo

avviene il definitivo sviluppo dell'Homo Sapiens, unico

sopravvissuto del genere Homo, la cui sottospecie

Sapiens Sapiens diverrà in poco tempo dominante

sull'intero Pianeta.

 

                                   

 

                                   

 

                                 

 

                                   

 

                                 

                                   

 

                                   

Dall'Età

 

                                   

della lavorazione umana

 

                                   

della Pietra Antica

 

                                   

a quella del Ferro

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

                                   

L'intera evoluzione

del Pianeta

                                   

 

                                   

 

 

4 miliardi e mezzo di anni fa

           

Oggi

 

                                   

 

                           

 

     

 

                                   

 

 

2 milioni di anni fa

                   

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

                                   

L'Era “Quaternaria”

o Nuova

 

                                   

 

                                   

L'Era “Antropo-zoica” segue il progressivo sviluppo

dello sfruttamento della natura da parte degli umani ed

inizia quindi con il Periodo della cosiddetta “Pietra

Lavorata” dalla specie umana, a sua volta suddiviso in

quattro fasi o Età, seguito da quello della “Fusione e

Lavorazione dei Metalli”, anch'esso suddiviso in tre Età,

in cui una delle fasi di ciascuna Età - la cosiddetta “Età

Eneo-litica” o “Età della Pietra e del Rame” - coincide

per la presenza sia di avanzata lavorazione della

pietra che la prima fusione e lavorazione di un metallo.

 

 

La serie dei diagrammi aiuteranno a pecepire le

effettive proporzioni temporali dei vari periodi, le quali

altrimenti sfuggirebbero se non visualizzate “in scala”,

così estremamente disuguali da diventare quasi

inimmaginabili fuori contesto:

 

- il primo diagramma mostra tutte e cinque le Ere

Geologiche nella loro interezza, cioè da circa 4,5

miliardi di anni fa ad oggi, per evidenziarne le

proporzioni

 

- il secondo diagramma riporta l'Era Quaternaria come

una sottilissima linea bianca a destra, per poterne

raffrontare la durata nel contesto dell'intera

evoluzione del Pianeta ad oggi 

 

- il terzo diagramma isola e dilata l'Era Quaternaria 

espandendola a tutto spalto per rendervi possibile la

visualizzazione delle Età.

 

 

A seguire vi andranno via via sfumando le fasi

dell'evoluzione umana, dalle varie Età della Pietra a

quelle dell' Età dei Metalli ed infine il Periodo cosiddetto

“Storico”.

 

Anche questi diagrammi mostreranno quindi le reali

proporzioni (a dire il vero non sempre troppo chiare

nell'insegnamento scolastico) tra l'Età della Pietra

Antica Scheggiata in pratica 2 milioni di anni (!), l'Età

della Pietra di Mezzo Scheggiata, appena 4 mila anni, le

altre Età della Pietra Lavorata, le successive Età dei

Metalli ed infine il Periodo “Storico”, cioè in vario modo

documentato dagli umani attraverso la scrittura, di cui

il nostro ancora oggi fa parte.

 

 

La enormi disparità fra la durata di un periodo e quella

del successivo evidenzieranno come alla iniziale

incredibile lentezza dei processi evolutivi, soprattutto

tecnologici e sociali, andrà man mano sostituendosi una

altrettanto incredibile progressiva accelerazione, che

ancora è in atto ai nostri giorni.

 

Basti pensare ai vertiginosi progressi scientifico-

tecnologici - come purtroppo ai disastrosi regressi

socio-politici - degli ultimi 100 o appena 50 anni!

 

                                   

 

                                   

 

                                 

 

                                   

 

                                 

                                   

 

                                   

L'Età della Pietra Antica

Scheggiata 

 

                                   

 

                                   

 

 

4 miliardi e mezzo di anni fa

           

Oggi

 

                                   

 

                           

 

     

 

                                   

 

 

2 milioni di anni fa

                       

 

                                   

 

                                   

Il cosiddetto Paleo-litico - dal Greco antico παλαιός,

palaios, “antica”, e λίθος, líthos, “pietra” - da 2 milioni a

14 mila anni fa, è il primo periodo dell'evoluzione

umana, caratterizzato da ben quattro glaciazioni.

 

 

La comparsa dell'Homo Sapiens è determinante e

sconvolgerà la storia e la vita del Pianeta, fino ad allora

soggetto soltanto a progressivi cambiamenti - per lo più

lenti o drasticamente repentini - ma sempre dovuti a

cause naturali e, quindi, non pianificate.

 

L'umano del Paleolitico:

 

- è dedito al nomadismo

 

- ha caccia, pesca e raccolta di piante spontanee come

fonti di sopravvivenza

 

- si impadronisce del fuoco

 

- seppellisce i propri morti

 

- esegue graffiti nelle caverne

 

- si organizza in clan e tribù.

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

                                   

L'Età della Pietra di Mezzo

Scheggiata

 

                                   

 

                                   

 

 

2 milioni di anni fa

               

Oggi

 

                                   

 

                           

 

     

 

                                   

 

 

14 mila anni fa

                       

 

                                   

 

                                   

Il cosiddetto “Meso-litico” - dal Greco antico μέσος,

mesos, “intermedia” e λίθος, líthos, “pietra” - da

14 mila a 10 mila anni fa.

 

Con variazioni:

 

- nel Vicino Oriente da circa il 12.000 all'8.000 aC

 

- in Estremo Oriente e in Occidente da circa l'8000 

al4000 aC.

 

 

Questa Età è caratterizzata da:

 

- la fine delle glaciazioni

 

- l'invenzione di arco e fiocina

 

- la costruzione di barche e palafitte.

 

                                   

 

                                 

 

                                   

 

                                 

                                   

 

                                   

L'Età della Pietra Nuova

o Levigata

 

                                   

 

                                   

 

 

14 mila anni fa

               

Oggi

 

                                   

 

                           

 

     

 

                                   

 

                                   

 

                                   

Il “Neo-litico” - dal Greco antico νέος, néos, “nuova”, e

λίθος , líthos, “pietra” - da 10 mila a 6-5 mila anni fa.

 

Con variazioni:

 

- nel Vicino Oriente 8000-4000 aC

 

- in Estremo Oriente e Occidente 4000-3000 aC.

 

 

L'Età è caratterizzata da:

 

- la nascita dell'agricoltura e dell'allevamento

 

- il passaggio dal nomadismo alla stanzialità

 

- la formazione di comunità in villaggi (Gerico, nella

Valle del Giordano, è il più antico stanziamento

agricolo ad oggi datato, risalente al 6850 aC)

 

- l'invenzione della filatura e della tessitura

 

- la lavorazione dell'argilla.

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

                                   

L'Età

della Pietra e del Rame

 

                                   

 

                                   

 

 

14 mila anni fa

               

Oggi

 

                                   

 

                           

 

     

 

                                   

 

                                   

 

                                   

L'“Eneo-litico” o cosiddetto “Calco-litico” ovvero

“Cupro-litico” - dal Latino aeneus, “di bronzo”, dal

Greco antico χαλκός, khalkós, “rame” e λίθος, líthos,

“pietra” e dal Latino aes Cyprium, rame come “metallo

dell'Isola di Κύπρος, Kýpros”, Cipro - o semplicemente

Età del Rame, da 6 mila-5 mila a 5 mila-4 mila anni fa.

 

Con variazioni:

 

- nel Vicino Oriente 4000-3000 aC

 

- in Estremo Oriente e Occidente 3000-2000 aC.

 

                                   

 

                                   

                                   

 

                                   

L'Età

del Bronzo

 

                                   

 

                                   

 

 

14 mila anni fa

               

Oggi

 

                                   

 

                           

 

     

 

                                   

 

                                   

Da 5 mila a 3-2 mila anni fa.

 

Con variazioni:

 

- nel Vicino Oriente 3000-1300 aC

 

- in Estremo Oriente e Occidente 2000-500 aC.

 

 

È adesso che avviene il definitivo e decisivo passaggio

verso la cosiddetta “civiltà” delle cosiddette “Civiltà”.

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

                                   

L'Età

del Ferro

 

                                   

 

                                   

 

                                   

 

 

14 mila anni fa

               

Oggi

 

                                   

 

                           

 

     

 

                                   

 

                             

La nostra

   Storia

 

                                   

Da 3 mila a poco più di 2 mila anni fa.  

 

Con variazioni:

 

- nel Vicino Oriente dal 1300 aC

 

- in Europa dal 700-500 aC.

 

                                   

 

                                 

 

                                   

 

                                 

                                   

 

                                   

Le quattro grandi

 

                                   

glaciazioni più recenti

 

                                   

in Europa 

 

                                   

 

                                   

 

                                   

L'intera evoluzione del Pianeta  

 

                                   

 

 

4 miliardi e mezzo di anni fa

           

Oggi