Piccolo Museo del Lavoro e dell'Industria

 

"G. Bresciani"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Prima paginaBenvenutoAttività in corsoEventi speciali

Visita virtualeCollezioniDove come quandoTeche e archiviMuseo esteso

Archeologia per tuttiVolontariSociSostenitoriRingraziamenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un caldo benvenuto!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si arriva fin qui per due ragioni: o per puro caso, naufraghi a

svogliata deriva nello sconfinato "Oceano Web", o dopo una

navigazione mirata, spinti da curiosità, forse un certo interesse o

delle passioni a lungo coltivate: qualsiasi le correnti e i venti, la

tua rotta e i perché del tuo approdo, molto felici di accoglierti!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fra le iniziative che da tempo cerchiamo di realizzare, un "museo

della gente comune" e della loro operosità, Braccianesi che se ne

sono andati e vanno senza troppo rumore, notati da pochi, molto

presto dimenticati, così che solo di qualche "illustre personalità"

conserveremo per inerzia un effimero ricordo...

 

Rischiano di rimanere sconosciuti a vecchi e nuovi concittadini,

parte di una storia locale da (ri)scoprire, scritta coi fatti e non a

parole, da avi, bisnonni, nonni e genitori, le cui vite e duro lavoro

sono le nostre più autentiche "radici", solo grazie alle quali oggi

siamo chi siamo, non certo prodotto di noi stessi!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Avviso ai naviganti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La pagina vuole dare solo informazioni base, collegando altrove

per approfondimenti, salvo pochi documenti di particolare

importanza apribili direttamente, minimalisticamente creato

adottando il cosiddetto "Modello 5 W":

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

- WHO

- WHAT

- WHY

- WHERE

- WHEN

 

- CHI

- COSA

- PERCHÉ

- DOVE

- QUANDO

 

Quali ne siano i destinatari utenti

Di quali informazioni abbiano bisogno

A quali fini si presuma lo utilizzeranno

In quali ambienti e circostanze

Per quali occasioni e quanto tempo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La "multipagina web" o mini-sito non ha "effetti speciali", la sua

copertina o home page, mostra la mappa completa della sua

struttura in un indice o menu primario delle singole pagine ed i

relativi contenuti, di cui poi ciascuna pagina riporta i propri - tutti

i menu interattivi per una immediata navigazione "interna"

all'argomento che interessa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A inizio e fine di ogni pagina un menu secondario di navigazione

"esterna" ad altre pagine ed extra info.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Infine a piè di pagina una barra di bottoni per sfogliare le pagine

come in un libro - da sinistra "Tutti i siti", "All'inizio di questo

sito", "Al menù principale" dell'intero sito, "Alla copertina" di

questa pagina web, "Alla pagina precedente", "Alla pagina

seguente", "A inizio pagina" e, fuori barra a destra, la doppia

freccia verso l'alto e il basso, rispettivamente "A inizio e fine

pagina" ad intervalli regolari lungo la pagina - il tutto per una

navigabilità intuitiva ed una lettura ancora più piacevole.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Azione di Recupero Culturale"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dagli Anni Novanta ad inizi Duemila al "G. Bresciani Business

Center" di Bracciano, Roma, si creano gruppi di lavoro nella

costituenda UnionTuscia™ - L'Unione degli Imprenditori della

Tuscia Romana.

 

A quello strategico di "Pianificazione turistica territoriale"

contribuiranno attivamente Birgitt Becker, Bruno Panunzi,

Stefano Principali e Luciano Russo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un impegno particolare verrà dedicato da Bruno Panunzi e

Luciano Russo alla creazione di una rete museale locale, da

integrare sul territorio con altri Comuni della Tuscia Romana, sia

in Provincia di Roma che di Viterbo, iniziativa che andrà a

integrarsi con altre già separatamente in via di realizzazione.

 

Dalle tante idee, ipotesi e disegni iniziali per la conservazione di

"una memoria collettiva" a e di Bracciano, la proposta di una

triade museale - Musei Civico, Sacro e del Lavoro, al traguardo

solo entusiasti rari nantes, ma così "tignosi" da andarli a

realizzare uno ad uno - Bruno Panunzi, Massimo Perugini,

Luciano Russo e Renzo Senatore.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bruno Panunzi

Massimo Perugini

Luciano Russo

 

Renzo Senatore

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Museo Civico di Bracciano è oggi una realtà, pur "altalenante"

come il (dis)impegno della locale Amministrazione a ciascun

passaggio di testimone, e aperto è anche il Museo dell'Opera del

Duomo di Bracciano poi dedicato a "Bruno Panunzi", ma soltanto

grazie all'impegno e alla dedizione di un Massimo Mondini e

dell'Associazione "Forum Clodii".

 

Il "Museo Territoriale del Lavoro e dell'Industria", idea progettuale

già di UnionTuscia, mai raggiunta la maggior età (come il suo

sponsor...), rimane ancora in cerca di sede, e di noi spaiati

"quattro moschettieri", Bruno Panunzi ha avuto l'imperdonabile

fretta di lasciarci: traguardo arduo, non impossibile, a patto di

continuare a crederci.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un prezioso piccolo museo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo nuovo "Piccolo Museo del Lavoro e dell'Industria" nasce

per contribuire a scoprire, riconoscere, raccogliere, tutelare,

valorizzare e divulgare il poco che ormai resta di quel già

ricchissimi patrimoni culturali, materiali ed immateriali del

Territorio Braccianese - quelli rurale, artigianale ed industriale.

 

Verrà preferibilmente allestito nell'area piccolo-industriale poco

più di mezzo secolo fa fabbrica di mattonelle, in una zona

produttiva allora ai margini del Paese, fitta di bottege, officine,

fabbriche e mulini, oggi quartiere residenziale del Centro Storico,

l'attuale "Rione Stazione", tra quelli dei "Monti", "Borgo Nuovo" e

la ferrovia.

 

Già questo un fatto ormai noto soltanto ai pochissimi autoctoni

ancora più o meno in vita, il terzo museo sarà  "monumento

commemorativo" alla intera Comunità, silenziosa, tenace, eroica di

"lavoro povero", una identità sradicata, quasi ci "vergognassimo"

di quella cultura "vaccar-contadin-pescator-pastor-artigiana" da

cui noi tutti veniamo...

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bracciano - Il pulito ed essenziale complesso urbano Primo Dopoguerra del Novecento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In questa ricostruita memoria collettiva lo sforzo di quanti ne

hanno reso possibile la transizione da tardo-feudale società di

"sudditi" a vivace centro piccolo-industriale di "liberi

intraprenditori", di restituita dignità e condiviso benessere, prima

che pluriondate di post-bellico parassitario "magna-magna" in

solo mezzo secolo ne atrofizzassero la consapevolezza ...

 

Il Piccolo Museo è frutto di mezzo secolo di appassionata e

paziente ricerca, raccolta e catalogazione di migliaia di reperti in

spazi espositivi e di archiviazione, oggetti i più disparati, dal

semplice al complesso, dal comune al curioso, arnesi del lavoro

agricolo, attrezzi del mestiere nelle arti, utensili della vita

domestica, beni privati di alto valore familiare.

 

Preziosa testimonianza di usi e costumi legati ad un passato

rurale, artigianale e industriale del Territorio di Bracciano, le

Collezioni potranno essere utile strumento didattico, con i reperti

denominati in Italiano e dialetto, a ricomporne tutta l'immagine

sociale anche attraverso una "memoria linguistica" (perché

un'"identità" passa soprattutto dal linguaggio!).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un giovane e baldanzoso Giuseppe, poi "Mastro Peppe", Bresciani - primi Novecento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Macchinari e manufatti originali, ricostruzioni e modelli, a far

"rivivere" ambienti rurali e artigianali anche attraverso esperienze

multimediali e mostre tematiche nella sala incontri, dalla

biblioteca messe a pubblica disposizione molto poco conosciute

o spesso inedite documentazioni relative a natura, storia, cultura

e folklore del territorio.

 

In un laboratorio e studio attività meno appariscenti ma

fondamentali, come la riparazione ed il recupero di manufatti in

precario stato di conservazione, regolare manutenzione delle

Collezioni, catalogazione e documentazione anche fotografica di

reperti e materiali, inoltre produzioni audiovisive per divulgarne

la ricerca scientifica.

 

Arricchiranno le attività partecipazioni a ricorrenze contadine,

come la trebbiatura del grano nei campi o la pigiatura dell'uva

nelle cantine, ed itinerari guidati a "realtà industriali" già così

importanti, la "Via delle Acque", il sistema di sfruttamento idrico

antico di millenni, il glorioso "Idroscalo di Vigna di Valle", noto in

tutto il mondo...

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questa multipagina web

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sopra Bracciano primi Novecento, in una foto aerea da un dirigibile di Vigna di Valle

(in alto, parallelo al tracciato della nuova ferrovia, ben visibile l'"imposto del Principe"

addossato al Viale della Stazione)

 

Sotto il Centro Storico della Bracciano di oggi,  in una foto satellitare (case su case,

basti confrontare l'ex area "imposto" fra Viale Odescalchi, Via Principe di Napoli, Via

Ettore Latini e Via S. Francesco d'Assisi - una memoria cancellata se non trasmessa)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Volenti o nolenti, piaccia o meno, in bene e in male, sempre più

spesso il primo passo verso nuova conoscenza lo si fa oggi sul

web, "la rete delle reti" - lo fanno ormai bambini e ragazzi, giovani

e adulti, anche anziani - quindi gli obiettivi di questo sito

dovranno essere necessariamente semplici e chiari quanto quelli

del Museo:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

- acquisire un pubblico e fidelizzarlo

al Museo e al sito

 

- crearne e consolidarne l'immagine

oltre l'ambito locale

 

- farne conoscere la missione e le finalità

per poterlo apprezzare

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

- promuovere i contenuti storico-culturali

delle Collezioni

 

- stimolare il pubblico a donare o affidare

sempre nuovi reperti

 

- pubblicizzare l'offerta

didattica, divulgativa e scientifica

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

- dare informazioni utili per eventuali visite,

mostre a tema ed eventi speciali

 

- offrire servizi,

anche per ricerche biblio- e catalografiche

 

- pubblicizzarne i prodotti multimediali

offerti a scuole e pubblico

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

- presentare "Amici dei Musei di Bracciano",

i volontari 

 

- raccogliere nuove adesioni,

collaboratori, soci, sponsor

 

- promuovere raccolte di fondi

per sostenere le attività del Museo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un sito o semplice pagina web museale come questa potrebbe

scegliere di posizionarsi su uno dei tre più comuni livelli, cioè

"generico", "di approfondimento" o "esaustivo", selezionando

certi argomenti piuttosto che altri, dando ampie opportunità di

approfondimenti o differenziandosi in base alle pre-conoscenze e

il grado di scolarità dei visitatori.

 

Se "generico", il sito conterrebbe prevalentemente informazioni

di carattere pratico-esplicativo, se invece "di approfondimento"

tratterebbe gli argomenti in maniera estremamente dettagliata, se

infine "esaustivo" userebbe linguaggi verbali e non ed una veste

grafica differenziati a secondo dei diversi profili dell’utenza...

 

Abbiamo optato per l'intero spettro: informazioni esplicative e

pratiche, esempi di reperti dalle Collezioni del Museo, calendari

delle attività interne e collegate, ma con squarci di conoscenza

arricchiti da link di riferimento a titoli di approfondimento in siti

gemellati ed altri, molti dei quali altamente specializzati.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come contattarci

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Al momento preferibilmente via mail a

 

piccolomuseolavoro@tusciaromana.info

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                       

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Prima paginaBenvenutoAttività in corsoEventi speciali

Visita virtualeCollezioniDove come quandoTeche e archiviMuseo esteso

Archeologia per tuttiVolontariSociSostenitoriRingraziamenti